Depressione post-partum:cause, sintomi e durata

Depressione: sintomi e cura
24 settembre 2017
EMDR: la terapia per superare i traumi e il lutto
24 settembre 2017

Depressione post-partum:cause, sintomi e durata

Come superare la Depressione Post Partum?

La depressione post partum è più frequente di quanto si creda. Ricerche internazionali indicano che, ogni dieci neo mamme, una o due soffre di depressione postnatale. Si sentono sole, tristi, gravata di grandi responsabilità, spesso si sentono in colpa, si sottovalutano, hanno pensieri negativi e temono di essere cattive madri.
 Vivere queste emozioni ed avere questi pensieri solitamente peggiora i sintomi della depressione post partum poiché, molte volte, la neomamma ritiene che l’avere appena avuto un bambino debba essere soltanto una gioia e che non debbano mai esserci momenti in cui si sente stanca, triste o spaventata. Teme di non essere compresa, o peggio, di essere criticata come madre.
 E’ importante che la neomamma che soffre di depressione post partum sappia che è possibile stare meglio, che la depressione post partum può essere curata e che può, un po’ alla volta, ritrovare serenità ed energie.

Viceversa, se la depressione post partum non è curata, i suoi sintomi possono essere presenti anche dopo un anno dal parto e superare i due anni.

I sintomi della depressione post partum sono simili a quelli della depressione: tristezza e mancanza di energie sono elementi dominanti però, nella depressione postnatale, vi sono anche sensazioni di ansia e pensieri negativi che esprimono un senso di inadeguatezza nei confronti del ruolo di madre e della gestione del bambino. In ogni caso, la depressione post partum deve essere distinta dai cosiddetti baby blues: un periodo limitato di umore depresso, tristezza e senso di inadeguatezza che caratterizza l’80% delle mamme e che ha una durata limitata alle prime settimane dopo la nascita del bambino.

La durata della depressione post partum, invece, può anche superare i due anni. Le cause della depressione post-partum sono di vario tipo: si tratta di cause biopsicosociali. La depressione post partum infatti ha cause biologiche e ormonali ma dipende anche da altre cause. Una delle cause della depressione post partum infatti dipende dalle aspettative irrealistiche sulla maternità che ha la neomamma e che spesso caratterizzano anche le persone che la circondano. I modelli culturali e la società in genere comunicano alle future madri e alle neomamme il mito della maternità, ovvero l’erronea immagine di una madre perfetta, sempre gioiosa e padrona di ogni situazione, immagine in verità poco realistica e colpevole di favorire la nascita del senso di inadeguatezza nelle neomamme.

Un’altra causa della della depressione post partum, che può aggiungersi alle precedenti, sono gli eventi di vita stressanti in concomitanza del parto, tra cui: problemi nel rapporto di coppia, difficoltà economiche, lutto.

Gli studi internazionali indicano che la terapia cognitivo comportamentale è un trattamento efficace per superare la depressione e che permette di curare validamente anche la depressione post partum e i suoi sintomi.

La dott.ssa Corsale, Psicologa e Psicoterapeuta cognitivo comportamentale, curando la depressione post partum, aiuta la neomamma in un clima di ascolto e accoglienza. La neomamma può raccontare la propria storia e trovare un’alleanza e una cura efficace per superare i sintomi della depressione post partum e ritrovare la serenità e il benessere per sé e per il proprio bambino.