Benessere

Come si definisce il benessere?

benessere_psicologo_MilanoIl benessere corrisponde “allo stato emotivo, mentale, fisico, sociale e spirituale di ben-essere che consente alle persone di raggiungere e mantenere il loro potenziale personale nella società”, così definito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1998 nella Dichiarazione Mondiale sulla Salute in cui la salute stessa è intesa come una condizione di benessere fisico, psicologico e sociale. Si pone l’attenzione, quindi, non soltanto sull’assenza della patologia, con interventi di cura e di prevenzione della malattia, ma anche sulla promozione del benessere, inteso in senso più ampio e comprendendo aspetti fisici, psicologici e sociali. 
In questa cornice si colloca la psicologia positiva che, studiando i processi collegati al benessere e applicando i metodi tipici della psicologia, opportunamente modificati, promuove il benessere e incrementa le risorse personali a partire da condizioni di assenza di patologia.
 La ricerca sottolinea che una condizione di benessere psicologico, oltre a costituire un importante fattore protettivo rispetto all’insorgere di patologie psichiche, consente alla persona di esprimere al meglio le proprie potenzialità e di avere una migliore qualità della vita.

Come si può aumentare il proprio benessere?

Gli studi volti a trovare efficaci strumenti per promuovere il benessere personale sono molteplici. 
Tra i metodi di maggior successo:

  • Training per l’apprendimento dell’ottimismo (Corsale e Marchi): capitolo del libro “Psicologia Positiva – Applicazioni per il Benessere”;
  • Diventare ottimisti per sviluppare il benessere;
  • Svolgere quotidianamente almeno tre attività che la persona trova piacevoli, comprese attività nuove, insolite o trascurate da tempo;
  • Sviluppare, attraverso un lavoro pratico giornaliero, i quattordici principi fondamentali della felicità (Fordyce, 1988):
  1. essere occupati e più attivi
  2. spendere più tempo nella socializzazione
  3. essere produttivi in un lavoro significativo
  4. essere meglio organizzati e pianificare le cose
  5. bloccare le preoccupazioni
  6. avere aspettative e aspirazioni adeguate
  7. sviluppare un pensiero ottimistico e positivo, superando eventuali pensieri negativi
  8. orientarsi sul presente
  9. lavorare su una personalità sana
  10. sviluppare una personalità estroversa e socievole
  11. essere se stessi
  12. eliminare problemi e sentimenti negativi
  13. coltivare i rapporsti sociali, poiché sono una delle principali fonti di felicità
  14. considerare il raggiungimento della felicità come la maggiore priorità A proposito del principio fondamentale n. 8 (orientarsi sul presente) è interessante osservare che l’importanza di prestare attenzione al presente per promuovere la felicità e il benessere era già stato sottolineata da Epicuro (341 a.C. – 271 a.C.) con il celebre aforisma: “Non bisogna rovinare il bene presente col desiderio di ciò che non si ha, ma occorre riflettere che anche ciò che si ha lo si è desiderato”.

La dott.ssa Beatrice Corsale, psicologa e psicoterapeuta a Milano, collabora con diversi enti in attività di ricerca relative al benessere ed è autrice di alcuni lavori scientifici in tema di benessere e qualità della vita. E’ possibile contattare la dott.ssa Corsale per informazioni sugli interventi di promozione del benessere.